Xagena Mappa
Medical Meeting
Ematobase.it
Reumabase.it

Acuità visiva ed esiti oftalmici nell'anno successivo alla chirurgia della cataratta tra i bambini di età inferiore a 13 anni


La cataratta è una causa importante di disabilità visiva nei bambini. Gli esiti riportati da un ampio Registro specifico per la malattia clinica possono fornire stime del mondo reale degli esiti visivi e tassi di eventi avversi nella pratica clinica.

Sono stati descritti l'acuità visiva e gli esiti dell'errore di rifrazione, nonché i tassi di ambliopia, glaucoma e chirurgia oculare aggiuntiva, durante il primo anno dopo la rimozione del cristallino nei bambini.

Uno studio osservazionale prospettico è stato condotto nel periodo 2012-2015 presso 61 Centri pediatrici per la cura degli occhi tra 880 bambini di età inferiore ai 13 anni al momento della rimozione del cristallino in almeno 1 occhio con follow-up entro 15 mesi dall'intervento.
La rimozione del cristallino è stata effettuata con o senza impianto di una lente intraoculare.

Gli esiti principali erano acuità visiva, tassi di ambliopia, glaucoma, sospetto glaucoma e altri interventi chirurgici intraoculari.

Tra gli 880 bambini ( 432 ragazze e 448 ragazzi; età media al follow-up annuale, 4.9 anni ) nello studio, la chirurgia del cristallino è stata bilaterale in 362 bambini ( 41.1% ) e unilaterale in 518 ( 58.9% ).

Un cristallino intraoculare è stato impiantato in 654 occhi su 1.132 ( 60.2% ).

L'ambliopia è stata identificata in 449 bambini ( 51.0% ). Nei bambini di età pari o superiore a 3 anni, l'acuità visiva media era di 0.30 logMAR ( circa 20/40 ) in 153 occhi pseudofachici bilaterali, 0.49 logMAR ( circa 20/63 ) in 141 occhi pseudofachici unilaterali, 0.47 logMAR ( circa 20/63 ) in 21 occhi afachici bilaterali e 0.61 logMAR ( circa 20/80 ) in 17 occhi afachici unilaterali.

L'acuità visiva media è migliorata con l'età avanzata all'intervento chirurgico negli occhi con pseudofachia bilaterale di 0.2 linee logMAR ( P=0.005 ) e di 0.3 linee logMAR ( P=0.004 ) negli occhi con pseudofachia unilaterale.

È stata fatta una nuova diagnosi di glaucoma o sospetto glaucoma in 67 su 1.064 occhi che non avevano glaucoma prima della rimozione del cristallino ( 5.9% ); 36 su 273 occhi con afachia bilaterale ( 13.2% ), 5 su 308 occhi con pseudofachia bilaterale ( 1.5% ), 14 su 178 occhi con afachia unilaterale ( 7.9% ) e 12 su 305 occhi con pseudofachia unilaterale ( 3.9% ).

Ulteriori interventi chirurgici intraoculari, più comunemente vitrectomia o membranectomia per liberare l'asse visivo, sono stati eseguiti in 189 occhi su 1.132 ( 17.0% ).

L'ambliopia è stata frequentemente osservata durante il primo anno dopo la rimozione del cristallino in questa coorte di bambini di età inferiore a 13 anni.
Per i bambini di età pari o superiore a 2 anni durante l'intervento chirurgico, l'acuità visiva è risultata generalmente inferiore al normale per l’età ed era peggiore con la cataratta unilaterale.
La gestione dell'oscuramento dell'asse visivo è stata la complicazione più comune a richiedere un intervento chirurgico durante il primo anno dopo l'intervento. ( Xagena2019 )

Writing Committee for the Pediatric Eye Disease Investigator Group (PEDIG), JAMA Ophthalmol 2019; 137: 817-824

Oftalm2019 Chiru2019



Indietro