Xagena Mappa
Medical Meeting
Neurobase.it
Ematobase.it

Efficacia della facoemulsificazione da sola rispetto alla facoemulsificazione con lisi di goniosinechie nei pazienti con malattia da chiusura d'angolo primaria


L'efficacia della facoemulsificazione per abbassare la pressione intraoculare ( IOP ) combinata con la lisi di goniosinechie ( GSL ) rispetto alla facoemulsificazione senza GSL rimane sconosciuta.

È stato confrontato l'esito della pressione intraoculare dopo 1 anno nei pazienti con malattia da chiusura d'angolo sinechiale primaria ( PACD ) e cataratta sottoposti a facoemulsificazione con solo impianto intraoculare del cristallino ( PEI ) rispetto a impianto PEI con lisi di goniosinechie ( PEI-GSL ).

È stato condotto uno studio clinico multicentrico randomizzato nel periodo 2011-2015.
Sono stati inclusi i pazienti con malattia da chiusura d'angolo sinechiale primaria, definita come chiusura dell'angolo primario o glaucoma primario ad angolo chiuso, e sinechie anteriori periferiche ( PAS ) di almeno 90 gradi con cataratta.

I pazienti sono stati randomizzati a sottoporsi a solo impianto PEI o impianto PEI con lisi di goniosinechie.
I pazienti sono stati seguiti per 1 anno con valutazioni standardizzate.

L’esito principale era un controllo efficace della pressione intraoculare a 12 mesi, definita come pressione IOP di 21 mm Hg o inferiore senza uso di farmaci topici per abbassare la pressione intraoculare e una riduzione della pressione IOP del 20% o più rispetto alla pressione IOP al basale.

Sono stati analizzati i dati di 78 pazienti ( 78 occhi ). Di questi, 37 pazienti erano cinesi ( 47.4% ) e 54 erano donne ( 69.2% ); l'età media era di 67.7 anni.
40 pazienti sono stati randomizzati nel gruppo impianto PEI e 38 nel gruppo PEI-GSL.
La pressione intraoculare media al basale era pari a 22.3 mm Hg per il gruppo PEI e 22.9 mm Hg per il gruppo PEI-GSL.

A 1 anno, la pressione intraoculare media è stata pari a 14.3 mm Hg per il gruppo PEI e 15.9 mm Hg per il gruppo PEI-GSL.

Un controllo efficace a 1 anno si è verificato in 21 pazienti ( 52.5% ) nel gruppo PEI e 22 pazienti ( 57.9% ) nel gruppo PEI-GSL ( differenza media, 5.4%; P=0.63 ).

Negli occhi che hanno ottenuto un controllo efficace, la pressione intraoculare media a 1 anno era di 12.5 mm Hg per il gruppo PEI e 13.6 mm Hg per il gruppo PEI-GSL.

Il numero di farmaci al basale e a 1 anno è diminuito da una media di 2.2 a 0.5 nel gruppo PEI e da 1.9 a 0.6 nel gruppo PEI-GSL ( P minore di 0.001 ciascuno ), con una differenza di variazione media dello 0.4% ( P=0.06 ).

Ci sono state 3 complicanze postoperatorie ( 7.5% ) nel gruppo PEI e 3 ( 7.9% ) nel gruppo PEI-GSL. Queste includevano un picco di pressione intraoculare ( IOP maggiore o uguale a 30 mm Hg ) ( n=3 ), eccessiva infiammazione della camera anteriore ( n=1 ) e opacizzazione della capsula posteriore ( n=2 ).

Questo studio clinico randomizzato non è stato in grado di dimostrare che l'impianto intraoculare del cristallino con lisi di goniosinechie ha aggiunto un ulteriore abbassamento della pressione intraoculare rispetto al solo impianto intraoculare del cristallino nei pazienti con malattia da chiusura d'angolo sinechiale primaria. ( Xagena2019 )

Husain R et al, JAMA Ophthalmol 2019; 137: 1107-1113

Oftalm2019



Indietro