XagenaNewsletter
Dermabase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Fattori di rischio per la perdita di acuità visiva tra i pazienti con uveite associata ad artrite idiopatica giovanile: terapia immunosoppressiva sistemica


È stata descritta l'incidenza e i fattori di rischio per la perdita di acuità visiva e complicanze oculari nei pazienti con uveite associata ad artrite idiopatica giovanile.

Uno studio di coorte retrospettivo multicentrico ha coinvolto in totale 327 pazienti ( 596 occhi interessati ) con uveite associata ad artrite idiopatica giovanile curata in cliniche specializzate negli Stati Uniti.

I partecipanti sono stati identificati dallo studio di coorte Systemic Immunosuppressive Therapy for Eye Diseases ( SITE ).

Le caratteristiche demografiche e cliniche sono state ottenute per ogni occhio di ogni paziente ad ogni visita tramite revisione delle cartelle cliniche.

Le principali misure di esito erano la perdita di acuità visiva a 20/50 o a 20/200 o soglie peggiori e lo sviluppo di complicanze oculari.

Alla presentazione, 240 occhi ( 40.3% ) avevano una acuità visiva minore o uguale di 20/50, 144 occhi ( 24.2% ) una acuità visiva minore o uguale di 20/200, e 359 occhi ( 60.2% ) mostravano almeno una complicanza oculare.

L'incidenza di perdita di acuità visiva fino alle soglie di minore o uguale a 20/50 e minore o uguale a 20/200 è stata, rispettivamente, di 0.18 e 0.09 per anno-occhio; l'incidenza di sviluppo di almeno una nuova complicanza oculare nel corso del follow-up è stata di 0.15 per anno-occhio.

Tuttavia, tra gli occhi con uveite che non avevano complicanze al momento della presentazione, il tasso di sviluppo di almeno una complicanza oculare durante il follow-up è stato inferiore ( 0.04 per anno-occhio ).

Le sinechie posteriori, la uveite attiva e un precedente intervento chirurgico intraoculare erano correlati in modo statisticamente significativo con l’acuità visiva alle soglie di minore o uguale a 20/50 e minore o uguale a 20/200 sia all'esordio che durante il follow-up.

L’aumento del grado cellulare della camera anteriore ( tempo-aggiornato ) è risultato associato a un incremento del tasso di perdita della vista in modo dose-dipendente.

L'uso di farmaci immunosoppressivi era correlato a un ridotto rischio di perdita della vista, in particolare per l’esito minore o uguale a 20/50 ( hazard ratio, HR=0.40, P minore di 0.01 ).

In conclusione, le complicanze oculari e perdita della vista erano comuni nella coorte.
L’aumentata attività della uveite è stata associata a un aumento del rischio di perdita della vista e l'uso di farmaci immunosoppressori era invece correlato a un ridotto rischio di perdita della vista; ciò indica che il controllo della infiammazione e l'uso di immunosoppressione possono essere aspetti critici per migliorare gli esiti dei pazienti con uveite associata ad artrite idiopatica giovanile. ( Xagena2013 )

Gregory AC 2nd et al, Ophthalmology 2013; 120: 186-192

Oftalm2013 Reuma2013 Farma2013



Indietro